L’ANESTESIA



Le alternative nell’anestesia da praticare in un intervento di chirurgia estetica sono molte e possono variare a seconda del’’entità dell’intervento e dell’attitudine psicologica del paziente. Durante il colloquio preliminare sarà il chirurgo a scegliere in accordo con il paziente il tipo di anestesia potendosi altresì avvalere della consulenza preoperatoria dell’anestesista.

Anestesia locale
E’ l’anestesia che prevede di rendere insensibile al dolore soltanto la zona da trattare chirurgicamente. In tal caso il paziente è perfettamente cosciente, ma non sente il dolore sebbene percepisca il tatto della zona trattata.
Si esegue tramite una iniezione con un ago sottilissimo e un minimo disagio all’introduzione del liquido anestetico che crea una sensazione di bruciore, ma in pochi secondi tale disagio scompare e la zona risulta anestetizzata.

Anestesia locale con sedazione
E’ il tipo di anestesia più diffuso in quanto consente l’esecuzione di molti interventi di chirurgia estetica anche di durata medio-lunga come il lifting del volto, la lipoaspirazione, la mastoplastica additiva, la mastopessi ecc..
Inoltre trova applicazione anche nei piccoli interventi in cui il paziente non sia emotivamente adatto ad affrontarli in semplice anestesia locale.
• Già prima di entrare in sala operatoria possono essere somministrati i primi farmaci tranquillanti; successivamente vengono inseriti in flebo i farmaci analgesici e sedativi per non avvertire il fastidio delle punturine dell’anestesia locale.
• Durante l’intervento il paziente è continuamente monitorato e l’anestesista modula la sedazione in relazione alle esigenze specifiche del chirurgo e del paziente stesso; qualora sia necessario comincia anche a somministrare la terapia antibiotica.
• Terminato l’intervento è richiesto un periodo di osservazione da 2 a 6 ore per permettere lo smaltimento dei farmaci somministrati ed in ogni caso si vieta al paziente di guidare veicolo e bere alcoolici nelle 24 ore successive all’intervento stesso.

Anestesia peridurale
Detta anche epidurale è il tipo di anestesia che permette di annullare il dolore nella metà inferiore del corpo, compreso l’addome, mediante l’introduzione di anestetici locali in uno spazio intervertebrale della regione lombare.
Tale tipo di anestesia è molto valido per interventi di addominoplastica o liposuzione che riguardi arti inferiori e addome.
• L’anestesista prepara ilpaziente con tranquillanti ed antiinfiammatori e lo idrata mediante flebo.
• Dopo una piccola anestesia locale dello spazio intervertebrale da utilizzare viene in esso introdotta un ago-cannula per infiltrare i farmaci antidolorifici ed anestetici che si diffonderanno negli spazi intorno ai tessuti nervosi eliminando il dolore e la capacità motoria, ma lasciando il paziente cosciente.
• Al termine dell’intervento saranno sufficienti 4-6 ore per recuperare le funzioni.

Anestesia generale
E’ riservata ad alcuni interventi particolari in cui si opera sulla parte superiore del corpo ed in tutti i casi in cui l’emotività del paziente sia particolarmente accentuata.
• Si effettua dapprima un asomministrazione di farmaci che inducono il sonno per via endovenosa; successivamente si procede all’introduzione di un ntubo nelle vie respiratorie che consentirà di mantenere il paziente ben ossigenatoe e nello stesso tempo anestetizzato tramite delle sostanze gassose.
• Contemporaneamente, attraverso una flebo, si continuano a somministrae i farmaci analgesici ed evntualmente gli antibiotici necessari.
• Durante tutto l’intervento il paziente è naturalmente monitorato e ciò consente di eseguire delle anestesie generali molto efficaci, ma molto più facili da smaltire nel post-operatorio; infatti in alcuni casi il paziente può essere dimesso anche la sera stessa dell’intervento.